COMMUNITY


COMMUNITY

 
 
 
 
I campi contrassegnati con * sono obbligatori.
Il vostro indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
Per ragioni di sicurezza salveremo il vostro indirizzo IP 34.204.169.76.
Ci riserviamo il diritto di modificare, cancellare o non pubblicare messaggi se ritenuti non idonei alla politica del sito.
4496 messaggi.
francesca pubblicato il Gennaio 22, 2016 alle 9:00 am:
Radio Dolomiti tra poco, anzi ora!!!
francesca pubblicato il Gennaio 22, 2016 alle 8:59 am:
http://www.radiodolomiti.com/streaming/streaming.php
francesca pubblicato il Gennaio 22, 2016 alle 8:56 am:
Ero sì a ronfare, le giornate son dure se si dorme poco 🙂 è da un pezzo che non ho più l’età :/

Però mi son rifatta stamattina, comprato, ascoltato e riascoltato
Dunque …. (ahahahahahah)
Ha ragione FedeRa: con INCPS l’inizio non poteva essere migliore.. chitarra adoro
I brani che mi sembrano meno distanti dagli originali (che poi mi vien un dubbio: quali sono gli originali?) sono TSFUIDM e SS (che mi fa tremare all’idea che sarà ancora esclusa dai live)
RN, niente da fare, preferisco la versione elettrica
Trincea in questa versione ci ha guadagnato (e non poco)
L’Amor è una figata (nonostante io fossi prevenuta, poi vi spiego perché)
Le altre….una meglio dell’altra
In generale mi piace tantissimo e ora vi spiego perché ero prevenuta: a me Trincea elettrica non è mai piaciuta e dò la colpa agli archi, poi il concerto a Pergine, anche là ero “disturbata” dagli Gnu, quindi avevo il terrore che pure il cd fosse in linea disturbo, invece no, chi giustamente risalta sono i ragazzi, i loro strumenti e le loro voci, gli altri ci sono, ma sono discreti e anche dove sono protagonisti, non mi disturbano (bon per me). Naturalmente è solo una questione di gusti.
La cosa che temo di più, è che trasportare questo cd in live, sarà dura. Vedremo, magari ci guadagna ancor di più 🙂
FedeRa pubblicato il Gennaio 22, 2016 alle 6:36 am:
Il disco è anche su Deezer, che da un po' di tempo a questa parte è diventato il mio player preferito. 😍 Ho iniziato ad ascoltarlo ora che devo andare al lavoro...porca paletta. Ma io non compro più speranza è un ottimo inizio.
Buon ascolto a tutti
😘
uomo del menta pubblicato il Gennaio 22, 2016 alle 1:08 am:
Buona notte veglia della natività
Li sto ascoltando mentre quel tonno saltella sulla cresta dell'ombra e scarica sul disco un quadro rigido sono su trincea pelle d'oca l'amor carnale retato mi rammendo i pfm/ jethro tull irlan'dato.
spesso lo sguardo ...ma il Wice l'è diventà baritonale...i gnu osti l'è poesia armonica 😀
ti sei fatta un idea di me .....@/@ il solletico dietro alla nuca ... versa la mia testa che bela calibratura delle voci al micron.
la judy dagli occhi blu qui sento i riccioli che spingono sulla cute trovando lo spiazzo... che bela i magister csn gli darebbero delle gran pacche sulle spalle ai boci.
Samurai che bella marcetta quelle corde tese che cosa vuoi che ti dica c'è un spiraglio....una via d'uscita.Ho la pelle d'oca eppure il termometro segna 22 la stufa scalda che che se ne dica .
Precipito ....in mille pezzi quelle note spaziano in volo...arcuate a dovere. 🙂
Rumore Nero stravolto 🙂 le voci prendono il sopravvento che bel arrangiamento Emerso,n
ad un primo ascolto vedo un abbraccio cosmico tra le generazioni ...ma io non sono Bertoncelli ..
VUDV questa è da ruminare ..ma le periferiche si smovono è un segno tangibile che il nervo è martellato dal gesto.
Sangue stasera è una delle mie preferite per le tonalità avvolgenti bella forse una bella" arcata "flautata ci stava a suggello .
Bravi bravi vo a let buona notte e buon nadal mi sento un pastore :)) c'è della pastorizia rapita me piase .
esse pubblicato il Gennaio 22, 2016 alle 1:08 am:
Ho ascoltato le anteprime, e poi Vorrei un deja-vu tutt'intera, adesso sto ascoltando Sangue Stasera...
Lo sapevo (me lo sentivo) che il rantegante della CILLIT sarebbe tornato buono, per tutti e tre... E'proprio tutta una questione di più o meno (rantegante).
Buonanotte 🙂
esse pubblicato il Gennaio 22, 2016 alle 12:18 am:
Un'oretta di ritardo. Disponibile. Peró prima guardo In treatment!
esse pubblicato il Gennaio 21, 2016 alle 11:14 pm:
Allora: io non ho detto una cazzata: la volta scorsa era andata così: nuovo disco dei B a mezzanotte come la scarpetta di Cenerentola.
E' itunes che è inaffidabile.
A parte il fatto che l'avevo prenotato e fino a ieri mi diceva 'prenotato' e adesso mi dice 'prenota'.
Vabbè, non è serata, ma non è colpa mia se vi ho dato false speranze - perlomeno a te *FEDE*, ché le altre ronfano!
*Fede* pubblicato il Gennaio 21, 2016 alle 10:51 pm:
Fra, grazie del lavoro con le interviste!

Anch'io avevo dovuto girare per l'ultimo cd, ma mi piace averlo anche fisico... Lo so che c'è iTunes, ma...

-10 minuti, quindi?

🎶
francesca pubblicato il Gennaio 21, 2016 alle 10:24 pm:
@Esse
mi trovi d’accordo anche su questo, giornalisti che non sanno trascrivere o sintetizzare? Un’agonia per leggere/capire.
esse pubblicato il Gennaio 21, 2016 alle 10:12 pm:
Hei!

Ciao FF entrambe!

Grazie KATIe FRA! Mi sono messa in pari!
Nelle interviste audio i B si esprimono bene, molto più che in passato, e dicono cose intelligenti; in quelle trascritte su Repubblica e L'Espresso parrebbe di no, o molto meno: non sanno trascrivere gli intervistatori?!?

Le date sono un problema a cui penserò poi.

E il CD è un finto problema.
*FEDE*: perché dici così? Dove sei? Cosa fai? C'è Itunes, e da domani si fa per dire - perché tra un'oretta anzi meno, allo scoccare della mezzanotte, immagino che le canzoni saranno lì pronte a farsi comprare, e saranno disponibili le anteprime...
Io ascolterò preliminarmente le anteprime, perché è un'esperienza di ascolto anche quella, diversa e complementare rispetto a quella delle canzoni tutte intere: anzi, spesso si riceve un'impressione più potente e sintetica, ci si fa un'idea più immediata e penetrante che raramente le canzoni intere smentiscono...
Bello svanverare a meno di un'ora dall'uscita del disco nuovo...

Andate a letto? Ma no, dai!
fedele pubblicato il Gennaio 21, 2016 alle 9:41 pm:
🍀

Buonasera C !

Anche con me la C è cattiva e non mi lascia mettere i link 😡

Grazie Kati e Francesca per link e interviste varie !

Si le date son uscite e combaciano con quelle trovate da te FFA, io confido nell'infilo all'ultimo, come scorsa volta, degli showcase nelle librerie 😊

Ma ho capito male io , e sono sicura di no, nell'intervista di ieri sera Vignola ha detto nel CD ci sono DUE cover ??? 😁

Ciao Asteriscs, anche io ero assente ieri sera, stasera 😁, e il CD dovrei prenderlo sabato mattina alla Feltinelli a Udine . SE .

Notte C , domani è il grande giorno !!
francesca pubblicato il Gennaio 21, 2016 alle 9:08 pm:
🐳
Come non detto, non mi prende un altro link 😡 se siete curiosi cercate su

Big Time

THE BASTARD SONS OF DIONISO ESCE IL 22 GENNAIO IL NUOVO DISCO "SULLA CRESTA DELL' OMBRA" E LE DATE DEL TOUR DI PRESENTAZIONE
ESCE IL 22 GENNAIO 2016
SULLA CRESTA DELL’ OMBRA
IL NUOVO DISCO DI
THE BASTARD SONS OF DIONISO
(Etichetta; Fiabamusic - Distribuzione; Believe)
SULLA CRESTA DELL’OMBRA è il settimo album di THE BASTARD SONS OF DIONISO.
E’ un lavoro essenziale, in cui il suono elettrico viene messo da parte a favore di suoni acustici, più morbidi  ma non meno incisivi.
Dodici tracce tra le quali due inediti, una splendida cover di Stephen Stills repertorio di Crosby Stills & Nash, e una selezione di canzoni provenienti dai precedenti lavori, qui completamente riarrangiate nella nuova chiave scelta dalla band trentina.
Della Twinpeaks evocata nel precedente album traspaiono in lontananza gli echi ed i riverberi. Tutto nasce dal silenzio, cresce con le dinamiche e si allontana amplificato e distorto dal tempo. Sulla cresta dell’ombra; proprio lì, dove perdersi è facile, ritrovarsi essenziale.
Le canzoni vengono restituite alla fragranza delle prime stesure  e riarrangiate per scoprirne una nuova intensità grazie anche all'apporto del Gnu Quartet (formazione d’archi già attiva in passato con Negramaro, Afterhours, Fabi / Sivestri / Gazzè,  PFM e molti altri), dall’organo Hammond di Alberto Marsico e dalle armonizzazioni vocali del trio, suggestione e trait d'union dell’intero album.
Il disco, prodotto dagli stessi TBSOD e da Piero Fiabane, distribuito da Believe,  è stato registrato in Trentino nel 2015, e mixato e masterizzato da Gianluca Vaccaro al Terminal2 studio di Roma a settembre 2015.

ecc ecc…..
francesca pubblicato il Gennaio 21, 2016 alle 8:54 pm:
🐳
yeahhhhhh mi ha preso il link, è bastato dire che è cattiva con me, se lo sapevo lo dicevo prima 😀
francesca pubblicato il Gennaio 21, 2016 alle 8:52 pm:
http://nemorock-in-piazza.blogautore.espresso.repubblica.it/2016/01/21/tbsod/
francesca pubblicato il Gennaio 21, 2016 alle 8:52 pm:
Altra intervista

L’ESPRESSO
Nemo Rock in Patria
Di Giuliano Girlando


The Bastard Sons of Dioniso all’uscita del nuovo album si raccontano
Esce il 22 gennaio “Sulla Cresta dell’ombra”, il nuovo album dei The Bastard Sons of Dioniso. Così in occasione di questa uscita e del loro prossimo tour che inizierà il 29 gennaio al Fishmarket di Padova, si sono descritti e confidati con me ed è uscita fuori una bellissima intervista.
Jacopo, Michele e Federico si conoscono già, sono a scuola insieme, ma suonano ciascuno in un gruppo diverso, così una sera d'estate partecipano ad una jam session in una baita e l’indomani decidono di formare un nuovo trio, un power trio e così Insieme trovano subito una sintonia e una naturalezza immediata.
Era l’anno 2003, ci sono voluti altri 6 anni di gavetta e salette quando nel 2009 partecipano ad X-Factor, Arrivano secondi in finale e firmano un contratto con la Sony Music; esce un EP, L'Amor Carnale, disco d'oro con oltre 40.000 copie vendute.
E’ passato qualche anno dalla vostra partecipazione a X-Factor, quante cose sono cambiate nel frattempo?
“Parecchie, bisogna decidere solo quale siano le cose davvero cambiate, il rapporto tra di noi non è cambiato, se mai si è rafforzato. Si prende coscienza di quanto si possa rendere condivisibile una canzone in base alle esperienze di tutti, ma lanciare messaggi di semplicità. Siamo riusciti negli anni a costruirci un mini studio personale, dove riusciamo a ritagliarci il nostro piccolo mondo.
Oggi la concentrazione è sul fine musicale e siamo stati abbastanza lungimiranti perché almeno per la produzione musicale siamo autonomi poi ci appoggiamo sempre con persone fidate. L’indipendenza è fondamentale, perché tante volte c’è bisogno di chi dia un budget e pensiamo che sia importante stabilire un rapporto tra la musica e il suo valore economico.
Quando ci si chiede del perché non abbiamo fatto una scelta commerciale, noi rispondiamo semplicemente con la nostra scelta e la nostra passione. Si punta non su quello che facciamo ma su quello che siamo. Ci siamo formati come gruppo dal 2003, suonavamo insieme solo per portare avanti il sogno di fare la nostra musica. Per come funziona oggi il mercato è più semplice cercare un artista chiedendogli cosa deve fare e non cosa fa.”
In Italia secondo voi, quali e quanti sono i problemi più grandi dei vostri colleghi coetanei nell’affrontare il mercato musicale e portare avanti il progetto suonando il più possibile e quindi prepararsi ai tour e ai palchi?
“Secondo noi la cosa fondamentale è concentrarsi su se stessi o non su quello che pensano gli altri. Devi cercare di produrre te qualcosa di convincente e non aspettare che siano altri a dirtelo. Tante band suonano e fanno un demo, poi magari si accorgono dopo anni che si sarebbe potuto fare meglio.
Quelli più bravi la beccano al primo colpo la canzone che funziona, ma pensiamo che sia più difficile trovare le persone giuste con cui suonare, visto che ci vuole tempo per mantenere questa passione purtroppo ci si deve affidare al caso, alla fortuna di incontrare le persone giuste.
Il Talent show è come un gioco, può essere limitante affidarsi alla sorte.
Forse la parte difficile è stabilire il fattore dell’indipendenza ed esserlo davvero. Per essere noi stessi non possiamo certo tirarci indietro e fino a quando siamo noi con la nostra musica è questo il vero punto di forza. Gestire l’apparenza con la realtà in un mondo di apparenza beh allora diventa questo il problema.
Noi abbiamo un ricordo pre-talent e magari il limite di chi si affaccia oggi è questo, pensare che il talent sia tutto, ma dopo il talent c’è un mondo da scoprire. Per un artista che inizia, l’Italia è una provincia e uscire al livello di informazione è dura perché c’è sempre un messaggio che parte dall’alto. Riuscire ad emergere è una scommessa.”
Esiste una sorta di censura per la musica secondo voi? Voi ve la sentireste di essere portatori di un messaggio di libertà?
“Noi oggi ci sentiamo liberi di poter suonare, siamo indipendenti. Noi approfittiamo del palco per poterci esprimere liberamente, noi portiamo con noi messaggi importanti, siamo testimonial dell’associazione Admo, associazione donatori di midollo osseo ed è bello dedicare in un momento di gioia e della festa come il concerto una parte ad un messaggio di solidarietà e di aiuto.
Non c’è il messaggio dell’amore e basta ma ci sono delle priorità e c’è una lotta da affrontare nella vita. Però non abbiamo ipocrisia, perché forse stiamo fin troppo bene per usare un disagio o un problema sociale e non ci sentiamo così presuntuosi nel rappresentare una causa importante.
La censura potrebbe anche essere usata come pretesto per farti sentire. In questo momento storico schierarsi potrebbe essere conveniente. Sembra quasi che devi fare qualcosa di clamoroso o scandaloso per arrivare, ognuno di noi potrebbe essere scandaloso a convenienza. Nella vita però fino a quando non incontri in prima persona il problema non puoi esserne a conoscenza.
Dovremmo forse essere più aperti tutti a bisogni che potremmo avere noi. Il condizionamento è per noi essere portatori comunque di messaggi tuoi quando non li senti tuoi veramente. Facciamo fatica a dire se non ci crediamo. Non è questione di onestà, è il non saper mentire. I musicisti hanno la sfiga di doversi giustificare sempre per quello che si dice, si canta e si suona.”
francesca pubblicato il Gennaio 21, 2016 alle 8:39 pm:
🐳

Hanno pubblicato le date, ed a occhio e croce sono le stesse che avevo trovato, quello che mi rincuora è: “….ne annunceremo altre a breve.” Yesssssss 😀


@Kati
ero fuori, quindi non potevo verificare, grazie per averlo fatto tu, ho trovato “la pappa pronta” 😉
a te i link li lascia mettere grrrrrrrr community cattiva con me :’(

@Fede
ahhh nooooo, gli anni scorsi son diventata scema a girare, stavolta rinuncio, eh che capperi spendevo più in benzina che per il cd. Domani lo compro su iTunes e il 29 prendo quelli fisici dai ragazzi (e che i prega el so dio de averlo drio se no me incasso). Di mio mi organizzo con pennarello indelebile a punta fine 😉
ieri sera non eravamo neppure l’OMBRA di vecchia serata, ma ci abbiam provato :/
*Fede* pubblicato il Gennaio 21, 2016 alle 8:09 pm:
Voi ridete e scherzate, ma io domani non so dove andare a cercare il cd né se faccio in tempo a provare a cercarlo, ed è una stupidaggine ma è la prima volta che mi capita e mi fa tristezza.
Però mi impegno a commentarlo anche qua, una volta recuperato.

Mi è dispiaciuto non esserci ieri sera, ho intravisto uno sprazzo di vecchie serate in cui si aspettavano e poi si commentavano insieme in diretta interviste e live in canali ben meno conosciuti di Radio 1. Magari le prossime?

Buona serata a tutti, buona vigilia XD. Braci 🙂
Zia Kati pubblicato il Gennaio 21, 2016 alle 5:10 pm:
e un grazie grande (con abbraccio) a Francesca per l'indicazione!
Zia Kati pubblicato il Gennaio 21, 2016 alle 5:09 pm:
Ciao! ho ascoltato il podcast delle GR1: minuto 17.49 del podcast, è un'intervista a sè, Vai ragazzi: un po' sulla cresta dell'oda per far conoscere la meraviglia della Cresta dell'OMBRA dove "si sta da DDio" parola di Jacopo!

http://www.rai.it/dl/grr/edizioni/ContentItem-96af2a56-1cd8-4bfe-865a-3c7bc6619f5a.html