COMMUNITY


COMMUNITY

 
 
 
 
I campi contrassegnati con * sono obbligatori.
Il vostro indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
Per ragioni di sicurezza salveremo il vostro indirizzo IP 34.229.76.193.
Ci riserviamo il diritto di modificare, cancellare o non pubblicare messaggi se ritenuti non idonei alla politica del sito.
4422 messaggi.
🐳francesca🐳 pubblicato il Gennaio 27, 2016 alle 6:47 am:
Buongiorno
@Isax
Grazie del copia incolla (io non avevo castagne)
@Esse
Vedi mo, bisogna star attenti a quello che si scrive, i giornalisti leggono… e poi “copiano” 😉
@L’Ora del Dragone
Tenete d’occhio il podcast della trasmissione (spero lo pubblichino presto) http://podcast.novaradio.info/category/lora-del-dragone/
L’intervista telefonica di ieri pomeriggio mi è piaciuta più di altre.
⭐️esse⭐️ pubblicato il Gennaio 27, 2016 alle 2:08 am:
prova riuscita, bacino della buonanotte. :*
⭐️esse⭐️ pubblicato il Gennaio 27, 2016 alle 2:06 am:
prova di copia-incolla dal computer
⭐️esse⭐️ pubblicato il Gennaio 27, 2016 alle 1:59 am:
'iconica' é del telefono e non mia. Odio scrivere dal telefono.
⭐️esse⭐️ pubblicato il Gennaio 27, 2016 alle 1:56 am:
FEDERA: 😂
Ti vedevo bene con un 🐙!
⭐️⭐️⭐️
Anche a me le stelline non mi convincono, le ho messe perché sono l'unica icona che ho anche sulcomputer, che tanto poi mi dimentico, e comunque in questo periodo sentirei più confacente l'iconica suggerita
dalla Bibo! 😱😂

Ciao Spiru e Alessia e tutte le altre. Grazie a tutte della profusione di link e copia-incolla, ci tenevo a dire che gli aggettivi 'fiabesco' e 'psicadelico' riferiti al disco dei B li ho usati per prima io, qui - e voi siete testimoni, se non fosse che mi é venuto un terribile dubbio sullo 'psicadelico'...
C'ho anche un sacco di altre faccende in sospeso, nuove puntate di stroncature B, una richiesta pubblica da fare alla FEDERA, e insomma vedró di ritornare...
Buonanotte cari flora e fauna! 😊
FedeRa🐤 pubblicato il Gennaio 27, 2016 alle 1:15 am:
Pulcino, ma credo lo cambierò spesso...ci sono animaletti così interessanti...
😂
Notte.
Non gli sto dietro con tutte queste interviste!! Sono più popolari della regina Elisabetta
***ISAX *** pubblicato il Gennaio 26, 2016 alle 10:37 pm:
Vediamo se mi è diventato il copia/incolla dell'intervista:
LOUDVISION

I Bastard Sons of Dionisio sono tornati con il loro sesto album in studio, intitolato “Sulla Cresta dell’Ombra“. Dodici brani del passato rivisitati in chiave acustica più due inediti, rappresenta un vero e proprio ritorno alle origini del trio della Valsugana. Messe vie le tipiche sonorità rock, Jacopo Broseghini, Federico Sassudelli e Michele Vicentini fanno un salto indietro negli anni, quando, imbracciata la chitarra, componevano le loro melodie in completa sinergia con la natura. Ed è proprio durante una passeggiata sulle rive di un lago ghiacciato in Trentino che ci siamo fatti raccontare da Jacopo, bassista e voce dei Bastard, qualcosa in più sul nuovo album, sulla musica italiana e sulla loro esperienza ad X Factor.

Parliamo del vostro nuovo album in uscita, Sulla Cresta dell’Ombra. E’ una raccolta di dodici brani tratti dal vostro repertorio riproposti in versione acustica, con l’aggiunta di due inediti. Dov’è nata questa idea di rivisitare i vostri brani ? Si può considerare un ritorno alle origini o un’evoluzione ?

Da una parte lo consideriamo come ritorno alle origini delle nostre canzoni, che sono nate proprio da un’idea espressa tramite chitarra acustica e voce. E’ come aver effettuato un percorso a ritroso dei nostri anni di carriera musicale lavorando ad ogni singola canzone nel nostro studio con la voglia di riscoprirle. Eppure, è anche un’evoluzione che si manifesta nei due inediti in cui per la prima volta abbiamo invertito il processo creativo: prima il concetto e poi la musica

Riprodurre in chiave unplugged dei brani rock non sempre è un lavoro semplice. Come avete lavorato al riarrangiamento dei vostri brani ?

Abbiamo lavorato molto sui nostri tre strumenti: chitarra basso e batteria, ma anche sulle armonizzazioni vocali, cercando di dare alle versioni acustiche la stessa enfasi che hanno i brani in chiave rock originale. In più, un contributo importantissimo è arrivato dalla collaborazione con la formazione d’archi Gnu Quartet e dall’organo Hammond di Alberto Marsico. Il risultato finale è un complesso armonico in perfetta sintonia con i richiami alla natura e alla naturalità dei brani. Diciamo che sarebbe perfetto da ascoltare in questa magnifica cornice del lago ghiacciato dove mi trovo ora.

E il titolo: “Sulla Cresta dell’Ombra”, cosa significa?

Rappresenta l’equilibrio che abbiamo raggiunto negli anni tra ciò che abbiamo fatto, ciò che siamo stati e chi siamo adesso. E i Bastardi del presente sono sulla cresta di questa realtà che è proiettata verso il futuro.

Parlando del vostro passato, sono ormai passati sette anni dalla vostra partecipazione ad X-Factor; cosa è rimasto di quell’esperienza e qual è il valore aggiunto che può apportare un talent al percorso artistico di un musicista ?

Personalmente, il percorso del talent ci ha offerto la possibilità di vedere come si lavora in ambienti molto professionali, con tutta l’organizzazione e la mole di persone che ne fanno parte. Come tutte le esperienza ci ha arricchito e reso più forti, indipendentemente dall’esito.

Il format e la portata del talent sono cambiati parecchio dal 2009. Secondo voi il binomio talent-musica indipendente è ancora possibile?

Noi eravamo e siamo tuttora una band indipendente. Ti dirò di più, siamo indipendenti dagli indipendenti. Sin dai primi concerti abbiamo fatto di tutto per costruirci il nostro studio, la nostra base, grazie ai live e alla vendita dei CD autoprodotti. Il nostro obiettivo era di poter lavorare senza dover chiedere niente a nessuno. Anche se X-Factor ci ha dato un’ottima opportunità professionale è venuta a mancare la comunione d’intenti. Però non ci ha cambiati, sicuramente.

Nel vostro percorso avete avuto la possibilità di collaborare con alcuni importanti musicisti italiani come Bugo e Rezophonic. Cosa vi piace attualmente nella musica nostrana?

L’Italia è piena di talenti musicali e solo qui in Trentino c’è un fermento artistico bellissimo con moltissime influenze diverse. Il bello è poter uscire di casa e andare ai concerti, curiosi e alla ricerca di grandi artisti che, spesso, si scoprono proprio nei piccoli locali.

Avete anche aperto a concerti importanti come Ben Harper e Green Day. Qual è stata l’esperienza più forte che avete vissuto come musicisti?

Questo è vero, siamo molto fortunati perché quando serve del buon Rock’ n’ Roll chiamano noi. Il momento che ricordo con maggiore felicità è stato l’incontro con Robert Plant. Avevamo appena terminato il soundcheck ed eravamo di ritorno nei camerini quando lui ci è venuto incontro. Io l’ho guardato e l’ho salutato con un cenno del capo, dalle parti nostre si fa così. Lui mi ha guardato dritto negli occhi e ha ricambiato esattamente allo stesso modo, è stato un momento epico.

Grandioso ! Quali sono i vostri piani futuri ?

Il 29 gennaio sarà la nostra cinquecentesima data ! Il concerto si terrà al Fishmarket di Padova e si prevede una grandissima festa, come sempre d’altronde; anche perché più festa di così non si può!

Abbracci sparsi a tutti /e nipoti e nipotine
🐳francesca🐳 pubblicato il Gennaio 26, 2016 alle 9:04 pm:
LOUDVISION

Bastard Sons of Dionisio: con ‘Sulla Cresta Dell’Ombra’ abbiamo raggiunto un equilibrio [INTERVISTA]

il link non me lo prende (accattatevela da soli)
🍀fedele🍀 pubblicato il Gennaio 26, 2016 alle 7:12 pm:
Ciao FRANCESCA !!

Vinile ! Vinile !


FEDERA:

Perché ho scritto ESSE invece di FEDERA alla domanda : PULCINO ?

Mistero !! 😁

ESSE:

Desertificazione del Trentino 😂😂😂
🐳francesca🐳 pubblicato il Gennaio 26, 2016 alle 7:09 pm:
@Fedele
ohhhhh bon, vinile "quasi" sicuro (y)
ora leggo l'intervista

@FedeRa
pulcino, gallina o pollastrella?
🍀fedele🍀 pubblicato il Gennaio 26, 2016 alle 7:01 pm:
Nel'intervista che ho aapena postato alla domanda "cosa ne pensate del crowfunding" la risposta è stata la seguente :

"Non siamo né totalmente a favore ma neanche completamente contro. Come tutte le cose anche in questa nuova modalità di finanziamento alla musica ci sono dei pro e dei contro, anche se non è certo colpa del crowdfunding se c’è stato un crollo del mercato musicale, italiano ma non solo. Probabilmente noi non faremo mai un disco utilizzando questa modalità, ma magari un vinile sì: nel senso che sarebbe una valida alternativa per finanziare progetti un pochino più particolari, come appunto un vinile, realizzati proprio per i nostri fan particolarmente amanti del progetto, anche perché in questo caso avremmo la certezza che un preciso numero di persone ha finanziato la cosa e quindi comprerebbe il vinile e non ci sarebbero copie invendute. Ecco, per questo tipo di progetti potremmo utilizzare il crowdfunding, ma non per un disco vero e proprio."

PRONTISSIMA !!!
🍀fedele🍀 pubblicato il Gennaio 26, 2016 alle 6:53 pm:
Incredibile !!!

Son riuscita, finalmente, a postare un link !!!
🍀fedele🍀 pubblicato il Gennaio 26, 2016 alle 6:52 pm:
http://www.qubemusic.it/lintervista-ai-the-bastard-sons-of-dioniso-sulla-cresta-dellombra/
🍀fedele🍀 pubblicato il Gennaio 26, 2016 alle 6:51 pm:
Buonasera C !!

ESSE :

Pulcino ?

FRANCESCA :

Grazie !

CRISS :

Ah ah ah , ma nooo !! 😂😂😂

ALESSIA :

Si, son dei papaveri rossi 😜. Per VADA dovrai scendere, ma per alcune date sei già SU 😋
FedeRa🐤 pubblicato il Gennaio 26, 2016 alle 5:49 pm:
Ecco prova simbolino
🐳francesca🐳 pubblicato il Gennaio 26, 2016 alle 5:41 pm:
Da tuttorock.net

THE BASTARD SONS OF DIONISO - Sulla cresta dell'ombra
25/1/2016

THE BASTARD SONS OF DIONISO nascono come power trio nel 2003: Jacopo, Michele e Federico si conoscono già, sono a scuola insieme, ma suonano ciascuno in un gruppo diverso. Una sera d'estate partecipano ad una jam session in una baita e l’indomani decidono di formare un nuovo trio. Insieme trovano subito una sintonia e una naturalezza non indifferenti. Nel 2004 iniziano ad esibirsi dal vivo, apprezzati ovunque: sia in forma hard’n’roll (chitarra/basso/batteria), sia in unplugged con chitarre acustiche, nel quale ripropongono pezzi originali. Nel 2015, dopo altri migliaia di km percorsi su e giù per l'Italia, con 500 concerti di arrembante spirito rock fatti nei maggiori festival italiani, la band decide di mettere da parte (momentaneamente!) gli amplificatori e le chitarre distorte per presentarsi in una nuova chiave più intimista e confidenziale nel disco unplugged “Sulla cresta dell’ombra” in uscita il 22 gennaio 2016, anticipato dal singolo omonimo l’ 11 dicembre.

Un delizioso arpeggio è l’inizio del primo brano, Io non compro più speranza, sequenze di accordi e bei testi, segue una delle tracce più belle dell’album. Sulla cresta dell’ombra ha una bella ritmica pulita, il testo è intelligente e molto ben costruito, ottimo il cantato, il versante prog si accentua. Frizzante con un tripudio di archi Amor carnale, divertente ed estraniante con suoni inconsueti e raffinati. “Una notte in trincea invocando una dea che mi porti via” è la poesia di Trincea, riuscitissima cover dei, più volte apparsi nelle nostre pagine, Gnu Quartet, traccia che conserva intatta tutta la sua originaria bellezza arricchendosi della reinterpretazione del trio trentino. Tossica ed affascinante nella sua veloce esecuzione Ti sei fatto un’idea di me, un ritmo rock pressante che introduce una variante apprezzabilissima nell’andamento dell’album. Rapinosa la ballad acida Versa la mia testa, ipnotica nella sua ossessiva insistenza. Suite Judy Blues Eyes è l’omaggio ai grandi CSN cui la band ha preso dichiarata ispirazione, e con profitto. Come puoi rimanere fermo mentre scorre Samurai? Un riuscito misto tra psichedelia e country con quel suo duello tra la Bambolina voodoo ed il samurai, poesia perfetta. E si sogna con Rumore nero, rugginosa, appiccicosa, affascinante e misteriosa, una ballad d’altri tempi con le chitarre sempre in primo piano ad accompagnare il cantato. Altrettanto da rimarcare la bella Vorrei un déjà vu che resta un’altra perla da tenere nel palmo della mano.

Album di grande livello, un settimo lavoro che conferma, se mai ce ne fosse bisogno, tutto il valore di questa band, il tipico cantato a tre voci si fonde perfettamente con la trama musicale, ogni passaggio è perfetto. Influenze diverse, tipicamente affacciate sulla west coast dei richiamati CSN, ma con evidenti contaminazioni psichedeliche e reminescenze che mi riportano alle orecchie sonorità Yes, aldilà del sentire personale, resta una perfetta alchimia che regala un’ora di grande musica.

MAURIZIO DONINI
Voto 8,5/10
🐳francesca🐳 pubblicato il Gennaio 26, 2016 alle 5:40 pm:
@Alessia
se tu dici che sono papaveri, SONO papaveri rossi 😉
🌺alessia93t🌺 pubblicato il Gennaio 26, 2016 alle 5:13 pm:
PS: Lo giuro, sul mio cellulare quel fiore là è rosso ed è un papavero! 🙁
🌺alessia93t🌺 pubblicato il Gennaio 26, 2016 alle 5:11 pm:
Buonasera a tutti/e!
In maniera un po' frettolosa sono riuscita a recuperare le 12 pagine di messaggi dall'ultima volta che ho scritto qua (in realtà la prima sulla nuova community).

Bellina la trovata delle emoticon, io mi butto sul papavero! 🌺🌺🌺

Ho letto con interesse anche i vostri pareri sul disco, dopo il primo ascolto tutto di fila (grazie a Spotify, perché per la copia fisica c'è ancora da aspettare).
Mi riservo di riascoltarmelo con più calma, magari in cuffia, ché si colgono meglio tutte le sfumature.

Infine, mi unisco alla gioia di Spiru88 per il bis a Vada! Peccato che però stavolta mi tocca scendere da Belluno per venire fin là, ahahah

Scappo, bacioni a tutti! 😘
🐳francesca🐳 pubblicato il Gennaio 26, 2016 alle 5:07 pm:
L'ORA DEL DRAGONE
- Alle 18.30 intervisteremo i The Bastard Sons Of Dioniso sul loro settimo album "Sulla cresta dell'ombra", uscito venerdì scorso: due inediti e una serie di brani presi dai precedenti album ma smontati e riassemblati meravigliosamente in chiave un-plugged, un disco che li conferma come una delle band più brave del panorama italiano, l'unica che è riuscita a crearsi una precisa, originale e personale identità dopo essere emersi da un talent come X Factor. Il 29 Gennaio ci sarà la grande festa per il 500esimo concerto e la prima data del nuovo tour.-